Notizie, appuntamenti e curiosità sul Marmorino

25Set 2014

Il nuovo Parco della Calce in Croazia

  • Fornace panoramica e ponte
  • Convegno geopolimeri Ivor
  • Foto del ponte
  • Ivor cartine tornasole
  • Anfiteatro Pola
  • tutti guardano
  • Fornace vista intera
  • grassello in vasca
  • stucco
  • foto forum calce
  • Fornace al tramonto
  • Lugari in azione
Il nuovo Parco della Calce a Gimino (Žminj) in Croazia.

Partecipare alla creazione del nuovo Parco della Calce di Gimino è stato emozionante, grazie al nostro mastro costruttore Branko e alla sua equipe di bravissimi artigiani che ha creato un vero e proprio punto di riferimento per tutti coloro che vogliono approfondire l’argomento calce. L’Europa può finalmente avere un centro di formazione in cui professionisti ed appassionati possono sperimentare e comprendere in prima persona il processo di trasformazione da pietra calcarea a stucco, le enormi potenzialità di questo materiale da costruzione e da decorazione.

Lavori eseguiti nel parco
1) Costruzione di una piccola cappella in sasso e calce viva. (Branko Orbanic e la sua squadra)
2) Pavimento di ‘pastellone a cocciopesto’ con supporto drenante.(Alessandro Lugari)
3) Costruzione di tre mini ponti con calce viva e pozzolana. (Branko Orbanic & Trolese Enrico)
4) Costruzione di muretti a sasso con malte a calce differenti. (Ivor Vodopivec)
5) Decorazioni a stucco veneziano (Enrico Trolese & Forum Calce)

Temi trattati durante il convegno
1) I geopolimeri italiani (Michele Macchiarola, Ivor Vodopivec)
2) Il mosaico romano escursione storiografica, stili e materiali impiegati (Alessandro Lugari)
3) Gli antichi Ponti Romani viaggiavano sui carri dell’esercito. (Enrico Trolese)

Nel complesso è stata una settimana di lavoro, di scambio di informazioni, di collaborazione tra maestranze e di svago nella Croazia più bella. Le incredibili trattorie di pesce i paesi incantati di Pietra d’Istria, il vino di grande qualità, la Malvasia Istriana ed il Terrano, le spiagge più belle dove le famiglie degli artigiani hanno potuto soggiornare grazie a questo scambio di cultura a tutto tondo.

Un ringraziamento a Branko Orbanic e un arrivederci al prossimo anno!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *