Notizie, appuntamenti e curiosità sul Marmorino

03Ott 2014

Convegno Calce 2014

Lo stucco veneziano

Convegno Calce 2014
Milano 20-22 novembre 2014
Organizzato dal Forum Italiano Calce

Malte idrauliche in architettura: dal calcis structio al Roman Cement

Il mondo del Calce si incontra e si confronta a Milano da 20 al 22 novembre 2014: partecipa anche tu! Ti aspettiamo.

L’evoluzione dei leganti per l’architettura e delle malte a base di calce è un viaggio lungo secoli, anzi millenni. Il “calcis structio” romano ha senza dubbio segnato una svolta tecnologica stupefacente nell’arte di costruire ed ha reso possibile, in tempi oramai antichissimi, la realizzazione di opere architettoniche ancor oggi oggetto di ammirazione e di studio da parte della comunità scientifica. L’inserimento nelle malte di additivi pozzolanici naturali e artificiali quali sabbie vulcaniche, polvere di laterizio, farine fossili, argille calcinate ed altri materiali ancora, ha ulteriormente ampliato le potenzialità delle malte a calce, conferendo loro caratteristiche idrauliche, dunque resistenza e durevolezza maggiori. La sperimentazione sull’idraulicità delle malte ha attraversato i secoli passando per le cosiddette “calci selvatiche o morette”, fino alla scoperta dei cementi naturali alla fine del 1700. Il termine “Roman Cement” venne coniato nel 1796 dal prof. J. Parker appunto per indicare un nuovo legante idraulico ottenuto dalla calcinazione di noduli di Septaria raccolti nei dintorni di Londra. La diffusione in tutta Europa, Italia inclusa, del “Roman Cement” fu enorme nel XIX secolo fino all’affermazione dello stile architettonico dell’Art Nouveau, perché preferito agli altri leganti idraulici (calci idrauliche naturali e cementi magnesiaci) per le sue proprietà di presa e di facile lavorazione, in particolare modo per la realizzazione delle cosiddette “pietre artificiali”.

Articolo tratto da Forum Calce Italiano

1 Commento

  1. Henry

    magnificent submit, very informative. I ponder why the other experts of this sector
    don’t realize this. You should continue your writing. I’m
    sure, you’ve a huge readers’ base already!

    Arsenal ny trøje

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *